Donate

Queste lezioni sul fumetto sono una grossolana infarinatura sul fantastico mondo dei fumetti. Per maggiori esigenze si consiglia di eseguire un corso con un rapporto diretto con il maestro.


Fumetto: la sceneggiatura

137infiniti: "Bottega d'arte pittorica"

Sceneggiatura:
La sceneggiatura consiste nel descrivere per ogni tavola e per ogni vignetta cosa il disegnatore deve fare. Quindi cosa si deve vedere e cosa si deve sentire.
Esistono delle metodiche per come scrivere una sceneggiatura, il metodo all’italiana prevede due colonne. Nella prima si descrive quel che si vede, e nella seconda quello che si sente. Si possono aggiungere delle note per il disegnatore, inchiostratore, letterista o qualche commento in modo da far capire il tipo di atmosfera.

La scelta delle vignette.
Suddividere la tavola in vignette è già un grosso lavoro, perché questo dà un certo stile al fumetto. Questo lavoro può essere svolto in collaborazione con il disegnatore, in modo da tener presente lo stile di chi disegna. La suddivisione classica è quella della tavola in sei vignette. Ma queste possono diventare cinque per la fusione di due in una  o quattro o qualsiasi altro numero. Oggi vi è molta libertà nel disegno delle vignette, al punto che alcuni non le disegnano affatto e fondono le immagini tra loro. La scelta delle vignette è anche in relazione alle pagine che devono essere disegnate. Perchè in genere il numero di pagine già si conosce e quindi la storia deve entrare in quelle pagine. Pertanto bisogna decidere quante pagine ci devono essere e quante vignette su ogni pagina.

Ritorniamo al nostro esempio e scriviamo la sceneggiatura.
Ma prima di scrivere la sceneggiatura riscriviamo la storia in modo da predisporla alla sceneggiatura.

 

Abbozzo di sceneggiatura.
Due vignette d'introduzione lasciano vedere il luogo dove risiede l'ufficio di Giacomone e il suo ingresso.
Giacomone è nel suo ufficio
Giacomone guarda l’orologio e pensa di dormire.
Giacomone carica la sveglia e sposta la lancetta sull’ora che deve svegliarsi.
Giacomone si appoggia al tavolo e cerca di dormire.
Giacomone dorme.
A questo punto entra in gioco la zanzara
La zanzara vede la scena dal soffitto.
Inizia la prima picchiata.
Poi esegue una cabrata.
Quindi una curva in vicinanza dell’orecchio di Giacomone, il quale si sveglia ed esegue dei tentativi di attacco con le mani che cercano di schiacciare la zanzara.
La zanzara sparisce.
Giacomone si guarda intorno.
Poi decide di continuare a dormire.
La zanzara ci riprova e questa volta atterra pian pianino sul braccio di Giacomone.
La zanzara inizia a trivellare con il pungiglione
Arriva all’improvviso lo schiaffo di Giacomone, ma la zanzara riesce a sfuggire.
Giacomone si alza
Giacomone prende lo schiaccia mosche
Giacomone inizia a darle di santa ragione alla zanzare, ma ella sfugge sempre.
Giacomone centra la zanzara.
Ciononostante la zanzara scappa.
Giacomone si accorge che la sua paletta ha un foro al centro con la scritta “Dai una scians al tuo nemico”.
Giacomone continua la caccia.
E finalmente ammazza la zanzara.
Giacomone si rimette in posizione di riposo.
Giacomone riprende sonno.
Suona la sveglia.
E nel sonno Giacomone immagina una grossa zanzara che lo assale.
Giacomone si sveglia e schiaccia la sveglia con la paletta.
Giacomone si rende conto della gaff fatta davanti alla ragazza del bar
La ragazza, che alle tre in punto gli porta il caffè, gli dice: Signore il suo caffè.
In questo modo abbiamo scritto una sequenza logica di come avvengono le cose. Abbiamo narrato per tappe come si svolge la vicenda. Sono le azioni della storia.
A questo punto scriviamo la sceneggiatura. Ora ogni azione può essere rappresentata da una o più vignette.

 

Vignetta

Quello che si vede

Quello che si sente

1

Immagine degli edifici dove risiete l'edificio di Giacomone

Titoli e autore ed altri.

2

Entrata dell'ufficio di Giacomone.

Ticchettio della macchina da scrivere.

3

Giacomone è nel suo ufficio dietro alla scrivania.

C’è silenzio assoluto, si sente appena il ticchettio della sveglia.

4

Giacomone guarda l’orologio

 

5

L’orologio indica che sono le due e trenta

 

6

Giacomone pensa di dormire.

Pensiero di Giacomone: Mamma mia che sonno, quasi quasi schiaccio un pisolino.

7

Giacomone carica la sveglia e sposta la lancetta sull’ora che deve svegliarsi.

Si sente il rumore della carica della sveglia.
Pensiero di Giacomone: ma sì, mi addormento un po’, tanto non c’è nessuno, metto la sveglia alle tre.

8

Giacomone si appoggia al tavolo e cerca di dormire.

Pensiero di Giacomone: che noi, che silenzio.

9

Giacomone dorme.

Russo di Giacomone: gruuuu fiuuuu gruuu fiuuuu

10

Zanzara in primo piano sul soffitto

Piccolo ronzio

11

Vista della zanzara: Giacomone che dorme.

Piccolo ronzio

12

Picchiata della zanzara su Giacomone

Ronzio in picchiata

13

Cabrata della zanzara su Giacomone

Ronzio in cabrata

14

Curva della zanzara vicino all’orecchio di Giacomone

Ronzio in curva

15

Giacomone apre gli occhi

 

16

Mani di Giacomone che unite che tendono di schiacciare la zanzara

 

17

Giacomone nel suo ufficio

Silenzio assoluto. ticchettio

18

Giacomone si guarda intorno

Ma che palle, pure la zanzara ora!

19

Giacomone si riaddormenta

Russo di Giacomone: gruuuu piuuuu gruuu piuuuu

20

La zanzara scende come un elicottero sul braccio di Giacomone

Voce di campo: silenziosamente la zanzara plana.

21

La zanzara inizia a trapanare il suo sifone.

Rumori della zanzara: trutrutruuuuu

22

Schiaffo di Giacomone sul braccio

Rumore dello schiaffo: Paff

23

La zanzara fugge

Rumore della zanzara: Zip

24

Giacomone si alza

E’ arrabbiato, 

25

Giacomone prende la paletta schiaccia mosche

Voce di Giacomone: ora ti faccio vedere io vampira!

26

Paletta in primo piano.

Pensiero di Giacomone: Questa non perdona

27

Giacomone mena un colpo di paletta alla zanzara

Rumore della paletta: Splash

28

Colpo in primo piano con la zanzara che sfugge

Rumore della zanzara: zing

29

Giacomone mena un colpo di paletta alla zanzara

Rumore della paletta: Splash

30

Colpo in primo piano con la zanzara che sfugge

Rumore della zanzara: viuuu

31

Giacomone mena un colpo di paletta alla zanzara

Rumore della paletta: Splash

32

Colpo in primo piano con la zanzara che è rimasta impaurita al centro del foro della paletta.

Rumore di paura della zanzara:tu tu tu tu (denti che battono)

33

Primo piano della paletta con foro al cento e con scritta.

Pensiero di Giacomone lettura della scritta: dai una scians al tuo nemico.

34

La zanzara scappa

Rumore della zanzara: Zip

35

Mario schiaccia la zanzara con la mano

Rumore dello schiaffo: Paff

36

Corpo della zanzara schiacciata sulla scrivania

Pensiero di Giacomone: poveretta!

37

Giacomone spazza con la mano la zanzara nel cestino.

Pensiero di Giacomone :non era molto astuta

38

Giacomone si rimette a dormire

Pensiero di Giacomone: e vediamo se questa è la volta buona.

39

Giacomone dorme

Russo di Giacomone: gruuuu piuuuu gruuu piuuuu

40

Suona la sveglia

Trillo della sveglia: triiii triiii triiiii

41

Giacomone sogna una grossa zanzara con il ronzio della sveglia

Trillo della sveglia: triiii triiii triiiii

42

Giacomone spegne la sveglia con la paletta .

Rumore della paletta:sbankt

43

Giacomone si accorge della ragazza del bar che gli porta il caffè.

Diana: Signore il suo caffè

matita rossa
matita blu
matita gialla
Utilità


Fumetti: creare la sceneggiatura

NewsLetter

L'artista Vincenzo Iacobelli ringrazia tutti per il tempo dedicatogli ed invita a lasciare un piccolo messaggio della vostra gradevole visita.