Donate

Queste lezioni sul fumetto sono una grossolana infarinatura sul fantastico mondo dei fumetti. Per maggiori esigenze si consiglia di eseguire un corso con un rapporto diretto con il maestro.


Fumetto: il disegno

137infiniti: Bottega d'arte pittorica

Il fumetto mantiene intatto il proprio fascino espressivo, ricco in fantasia, arte, bravura tecnica, offre forti emozioni ai propri lettori. I fumetti non sono dei giornalini per bambini, ma sono letti ed adatti a persone di tutte le età e anche tu, sicuramente, avrai il tuo fumetto preferito!

Occorrente: matite, temperamatite, gomma, fogli.

Questa lezione si avvale dei fumettisti, quali abili disegnatori, affinché possiate avviarvi al saper disegnare fumetti.
Utilizzate: matita e gomma; quando, per la prima volta, vi accingerete a disegnare dei fumetti. In seguito, sarà sufficiente una buona penna nera (solo per la copia). La matita è l'arnese numero uno del disegnatore di fumetti. La mina della matita può essere dura o morbida; esistono diverse gradazioni e precisamente dalla "4H", mina durissima, alla "HB", intermedia, alla "6B", morbidissima. Ogni matita ha il suo tratto; una mina dura darà un tratto fino ed inciso, al contrario una matita morbida darà un tratto grosso e pesante. Di solito sono sufficienti tre matite: la "HB" la "2B" e la "4B", ma è bene che le proviate quasi tutte affinché individuate quelle che più si adattano allo stile dei vostri fumetti. Io preferisco avere, anche se non li uso, tutti gli strumenti di lavoro e tutte le variazioni esistenti.

Posizione della matita: di punta.

La matita va mantenuta "di punta", come una freccetta, per il disegno preciso ed incisivo o "di taglio" per dare corpo e per la stesura delle ombre. La pressione che imprimiamo, con la matita sul foglio, è fondamentale per il tratto. Vi consiglio di comprare un temperamatite a rotazione con manovella perché rendono più lunghe le punte, in alternativa appuntitele con una lama, ma occorre dimestichezza perché è alquanto pericoloso.

Posizione della matita: di taglio.

Utilizzate un foglio di carta "A3" (carta per fotocopie, formato grande), una buona e morbida gomma. Scegliete un giornalino a piacere con figure e con pochi particolari. Per il piacere e per l'occasione io consiglio i fumetti “Peanuts” i cui personaggi principali sono: Charlie Brown, il suo cane Snoopy e l'uccellino Woodstock. Intorno a loro prendono voce i pensieri del filosofico Linus, della nevrotica Lucy, dell'ingenua Sally, del maschiaccio Piperita Patty e della sua compagna Marcie, del musicista Schroeder e di tanti altri.

vignetta originale

Prima fase:

Prendete una pagina a piacere del fumetto ed iniziate a disegnare con la matita (2H o HB) a tratto leggero sul foglio (A3) il contorno della pagina raddoppiandone la misura. Esempio, una pagina di 20 per 30 cm diventerà 40 per 60 cm.
Per le prime volte fotocopiate la pagina del fumetto, ingranditela al 200%, cioè raddoppiatela. In genere i disegni di un fumetto originale hanno queste dimensioni. Iniziate a disegnare i riquadri delle vignette del fumetto e definite lo spazio che ogni disegno deve avere. Disegnate il perimetro delle vignette con la matita (HB) si ricalcheranno i contorni e con l'aiuto di una riga dovete renderli più incisivi.

vignetta copiata: passo uno

Con la matita (HB) disegnate a tratto leggero il contorno del soggetto e schizzate con linee buttate di getto lo schema base delle figure. Al fine di proporzionare ogni singolo oggetto, delimitate anche lo spazio destinato ai dialoghi. Osservate bene, prima di eseguirlo, il disegno e leggete le linee (meditatele) che il disegnatore ha tratto per ottenere il disegno.

vignetta copiata: passo due

In seguito definite i particolari. A lavoro finito ricalcate e definite al meglio con la matita “2B” e se occorre con quella “4B”. Passate alla seconda vignetta e cosi via fino alla fine del fumetto. Non ha importanza la riuscita del lavoro! Per la prima volta è sufficiente portarlo a termine.

vignetta copiata: passo tre

Ponete la copia del fumetto eseguita a fianco all’originale e notatene le differenze. Fate vedere il fumetto realizzato ad altre persone. Ascoltate il suo giudizio e apportate sul retro dei vostri lavori il nome, cognome la data e le osservazioni fatte.

vignetta copiata: passo quattro.

Ponete il vostro primo disegno in una cartellina, dopo alcuni giorni, ripete  il disegno eseguito e fatelo, se possibile, per un'altra volta. Alla fine ponete i tre disegni l'uno accanto all’altro e sicuramente vedrete ed apprezzerete il vostro miglioramento. Non stancatevi, ma ripetete lo stesso fumetto almeno due volte. Questo servirà a memorizzare i tratti e le caratteristiche di quel disegno ed in seguito sarete capaci di disegnarne diversi per conto proprio. Quando avrete acquisito una certa dimestichezza, eviterete di ripetere le copie.

vignetta: Gruppo TNT Alan Ford

La fase seconda sarà quella di copiare i fumetti più elaborati. Vi consiglio il famoso Alan Ford. "Alan Ford" nasce storicamente nel maggio del 1969 con i testi di Luciano Secchi (Max Bunker) e i disegni di Roberto Raviola (Magnus), ossia il duo "Magnus & Bunker". Alan Ford e i suoi amici, il Gruppo T.N.T., li troverete tranquillamente nei negozi di fumetti usati e forse in edicola.
Copiare dei fumetti è una tecnica molto efficace per imparare a disegnare; è antistressante, ottima per l´igiene mentale, istruttiva e educativa. Informatevi sul fumetto, prima di sceglierlo, se ha o no una buona storia alle proprie spalle ed evitate i fumetti commerciali, vale a dire: quelli ideati solo con scopo di venderli.

Il copiare dei fumetti darà presto dei buoni frutti; sei mesi al massimo e sarete dei maestri se dedicherete un'ora del vostro tempo e sei giorni su sette al disegno. La poca dimestichezza con il disegno nel giro massimo di un mese inizierà a far spazio all’esperienza ed avrete dei buoni disegni. Siate instancabili e non perdetevi d'animo ai primi insuccessi; ma imperterriti continuate e dedicate la vostra ora giornaliera al disegno. Un grazie a Davide autore delle strisce.

matita rossa
matita blu
matita gialla
Utilità


Fumetti: il disegno

NewsLetter

L'artista Vincenzo Iacobelli ringrazia tutti per il tempo dedicatogli ed invita a lasciare un piccolo messaggio della vostra gradevole visita.